Questo sito utilizza cookies tecnici in particolare per le seguenti funzionalità: statistiche anonime e aggregate. Continuando a navigare, si accettano i cookie.

L’indirizzo ha come obiettivo l’osservazione, la descrizione e l’analisi di specifiche problematiche nell’ambito chimico-ambientale, biotecnologico e microbiologico finalizzate al controllo e al monitoraggio igienico sanitario per la tutela della persona, dell’ambiente e del territorio.
Il diplomato potrà accedere a tutte le facoltà universitarie, a percorsi di istruzione e formazione superiore o direttamente al mondo del lavoro.

A conclusione del corso di studi, lo studente in Chimica, Materiali e Biotecnologie

  • avrà competenze specifiche nell’ambito chimico-ambientale, biotecnologico, microbiologico finalizzate all’analisi, al controllo e al monitoraggio igienico sanitario dell’Ambiente;
  • sarà impiegato nel settore della prevenzione e gestioni delle situazioni a  rischio sanitario con capacità di analizzare  e valutare ambienti di lavoro rispetto alle normative in un’ottica di miglioramento della qualità dei prodotti, dei processi e dei servizi;
  • Sarà in grado di pianificare, gestire attività di laboratorio di analisi e di verificare, nello sviluppo del processo, la corrispondenza del prodotto alle specifiche dichiarate.

Scienze

Nel laboratorio di scienze vengono effettuate attività relative ai corsi di scienze del biennio ed esperienze di ecologia. Nel laboratorio, che è provvisto di LIM,  si trova materiale didattico vario riguardante lo studio di scienze della Terra e biologia, una ricca serie di campioni di rocce e di minerali, alcuni stereo microscopi e microscopi ottici composti, di cui  uno connesso a monitor attraverso il quale tutta la classe può visionare contemporaneamente il preparato in esame.

 

Morfologia - microscopia

E’ attrezzato per l’analisi al microscopio ottico di preparati istologici e citologici allestiti in laboratorio. In esso sono dislocati la maggior parte dei microscopi ottici in dotazione all’Istituto, oltre al materiale di consumo necessario per l’allestimento e l’osservazione dei preparati.

Chimica Organica e analisi strumentale

Nel laboratorio sono presenti due banchi lineari provvisti di bocchette di aspirazione e di servizi di acqua, energia elettrica e gas; vi si trovano inoltre cappe di aspirazione. I reagenti sono stoccati in armadi aspirati presenti sia nell’aula di preparativa, sia nel laboratorio stesso. La dotazione strumentale è costituita da piaccametri e conduttimetri, spettrofotometri UV-Visibile, IR e Assorbimento Atomico, cromatografo HPLC, bilance su tavoli antivibranti, centrifuga, agitatori magnetici, mantelli e piastre riscaldanti, deionizzatore, lavavetreria, vetreria varia.

Gli alunni lavorano singolarmente o in piccoli gruppi; per ogni esperienza vengono informati sui fattori di rischio delle sostanze da usare e sui dispositivi di protezione individuale da utilizzare, come descritti nelle schede di sicurezza delle sostanze utilizzate.

 

Microbiologia

Nel laboratorio di microbiologia vengono analizzati campioni provenienti da matrici alimentari ed ambientali. Le dotazioni di laboratorio comprendono :

  • due autoclavi, impiegate per la sterilizzazione a vapore saturo sotto pressione di vetreria, terreni e del materiale in uscita;
  • tre stufe termostatate per l’incubazione di colture microbiche a diverse temperature;
  • bagni termostatici per il mantenimento a temperatura costante  dei terreni allo stato liquido;
  • cappa a flusso laminare con protezione dell’operatore, che permette di lavorare con colture microbiche in ambiente sterile;

 

 

 

  • giare per le colture in anaerobiosi, per la crescita di batteri anaerobi o microaerofili;
  • rampe filtranti per l’analisi microbiologica delle acque;
  • becchi bunsen , per creare un’area sterile di lavoro, per  le operazioni di “flambatura” dell’imboccatura di beute e  provette;
  • bilance tecniche per la pesata di terreni di coltura in polvere, coloranti e altre sostanze 
  • microscopi ottici per l’osservazione dei microrganismi;
  • materiale di consumo (vetreria, anse, aghi, spatole, capsule Petri, terreni di coltura in polvere, coloranti, ecc.)

 

 

Laboratorio chimicalaboratorio di chimica

E' attrezzato per le esperienze singole e di gruppo con sei banchi ad isola serviti di acqua, energia elettrica e gas, con condutture in colonna centrale e tubo flessibile di aspirazione. Come dotazione generale è presente una cappa aspirante, un banco per eventuali esperienze da cattedra, un armadio aspirato, un de ionizzatore a resine per produrre acqua distillata. Come dotazione strumentale ci sono bilance digitali, pHmetri, conduttimetri, spettrofotometri, ed un PC per l’elaborazione dei risultati sperimentali, oltre a tutta la vetreria necessaria per la realizzazione delle esperienze. Le esperienze effettuate in laboratorio rivestono un ruolo essenziale nella costruzione e nella convalida dei modelli teorici.

Il lavoro sperimentale è finalizzato sia all'acquisizione di semplici abilità proprie della disciplina, sia alla realizzazione di veri e propri esperimenti riferiti a situazioni problematiche individuate sperimentalmente. Si va dallo studio delle caratteristiche fisiche delle sostanze (densità, temperature di fusione ed ebollizione), alle tecniche di separazione (filtrazione, distillazione, cromatografia), saggi alla fiamma, preparazione di soluzioni, stechiometria di reazione, velocità di reazione, elettrochimica, analisi di composti organici, analisi di prodotti biologici, tecniche biotecnologiche.

Gli alunni per ogni esperienza vengono informati sui fattori di rischio delle sostanze da usare e sui dispositivi di protezione individuale da utilizzare, come descritti nelle schede di sicurezza delle sostanze utilizzate. Le sostanze vengono introdotte in laboratorio dall’aula di preparativa (nella quale non sono ammessi gli studenti), i reagenti alla fine di ogni esperienza sono riposti negli armadi dell’aula di preparativa, i campioni con caratteristiche di infiammabilità e volatilità elevata sono riposti negli armadi aspirati.